Arcieri Rezia Valtellina | Il punto di incocco (nock point)
33
post-template-default,single,single-post,postid-33,single-format-standard,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

Il punto di incocco (nock point)

E’ un segno di riferimento sulla corda, che serve a posizionare la cocca della freccia sempre al posto corretto.
Può essere costituito da una serie di avvolgimenti in filo di dracon o fast flight oppure metallico (sconsigliato).
Fate un nodo semplice tirando molto i capi, poi un altro nodo dalla parte opposta ed un altro ancora dalla stessa parte del primo, sempre tirando molto i capi del filo.
Ora, senza raddoppiare l’ultimo nodo, tagliate il filo a qualche millimetro dal nodo stesso e bruciate i due capi per bloccarli.
La posizione iniziale parte da 1/8″ sopra i 90° della squadretta, mentre per gli archi ricurvi ed usando il tappetino, 2/8”e½” sopra i 90° e per i Longbow da 3”e½” a 4/8”. Fate riferimento alle tabelle sottostanti.
Il corretto posizionamento del punto d’incocco verrà evidenziato dal volo della freccia. Se il volo è “pulito” e rettilineo, tutto bene, se la freccia “cavalcherà”, cioè avrà degli ondeggiamenti sul piano verticale, la posizione del punto d’incocco non è corretta.
Una corda nuova può subire allungamenti, per questo prima di mettere il punto d’incocco è buona regola lasciare l’arco carico in trazione per qualche ora (dalle 6 alle 12 ore).